27 thoughts on “A Silvia

  1. Se una situazione non si può cambiare (pare) è giusto scappare ?

    Se scappi, poi, devo preoccuparmi io se ti trovi in pericolo?

    Questa voglia di aiutare l’Africa è dovuta spesso a snobismo?

    • Import? No, dobbiamo usare solo prodotti italiani.
      Farli studiare qua per poi creare professionisti che vadano in Africa a lavorare? No, l’università é riservata agli italiani.
      Farli lavorare qui nei campi, per poi fargli spedire i risparmi in Africa? No, anche gli italiani devono lavorare e loro rubano il lavoro.
      Andare noi li ad aiutarli nello sviluppo? No, é cosa da radical shick.

      Qualcuno mi sa dire che significa: aiutiamoli a casa loro!?!?!

      • Aiutiamoli a casa loro significa per primo non andare a rubare materie prime, saccheggiare terra, spedire rifiuti tossici?
        Così: la butto lì 😀

        Basta invasione: prima gli italiani – detto tutta di un fiato, forse significa che sono gli italiani a non dover invadere, prima col colonialismo militare, poi con quello economico?

        Silvia e quelle come lei cercano solo di dare sollievo ai disastri creati da altri: non pensano con i confini, come fanno molti quando fanno benzina e non si chiedono da dove arriva e a che costo.

        Così, la butto lì: si dia il via alla zuffa 😙

        • Nessuna zuffa tranquillo, sono il tipo a cui piace affrontare gli argomenti.
          1. Rubare materie prime non é giusto ma favorire il commercio si. Però quando ci vende l’olio la Tunisia diciamo di no. L’olio è uno dei tanti esempi di boicottaggio con la scusa: prima i prodotti italiani.
          2. Per i rifiuti tossici, gli amici di Salvini e Feltri, sono stati coerenti perché li hanno devoluti prima agli italiani … ma soli a quelli terroni.
          3. Sulla questione invasione coloniale … non mi pare che l’Italia abbia chissà quali colonie… a parte il Niger dove l’ENI dovrebbe migliorare le condizioni sia ambientali che economiche.
          4. Salvini e co. ti risulta che abbiano mai fatto un discorso completo sulle questioni ruguardanti l’Africa. Se lo hanno fatto ti prego di rispondermi col link perché le uniche cose che ho sentito sono spot da campagna elettorale.
          Es.: boicottiamo la nutella perché usa nocciole straniere

          😉

          • “Salvini” e “discorso completo” nella stessa frase? Anche tu leggi i tascabili Urania? 😀
            L’unico progetto che ha è per se stesso: arrivare alla pensione senza lavorare!

            D’accordo su tutto il resto, comunque: l’olio tunisino ci ricorda che il “mercato” è utile soprattutto quando siamo noi che dobbiamo vendere armi. C’è la “diplomazia” buona che ha salvato Silvia, quella che si interessa di qualsiasi scintilla, dalla guerra etnica alla lite condominiale, per andare a piazzare il nostro Made In Italy – e anche in piena quarantena, diverse aziende “essenziali” delle zone di focolaio non si sono fermate, perché puoi fare a meno di un libro ma ti sfido a vivere senza cacciabombardieri.

            Il colonialismo, ahimè, si adatta meglio del virus: non voglio abusare dello spazio di Nat (oggi ho scritto così tanto che mi sto sul culo da solo) e riempire di link, ma uno dei guai più grossi è proprio il land grabbing “legale”, fatto con pupazzi corrotti tanto amici dei governi occidentali (Macron su tutti). Coltivi una terra per secoli e proprio per questo non hai un atto di proprietà: arrivano dei funzionari e dicono che la terra non è più tua. Basta digitare “land grabbing” e metterci accanto “Etiopia” o qualsiasi altro paese: ormai l’agricoltura sta diventando questo

            Anche la Parmalat si è meritata una menzione in un libro molto dettagliato sugli agrobusiness in sudamerica, e non per dei complimenti
            https://books.google.it/books/about/Extractive_Imperialism_in_the_Americas.html?id=7gqJBAAAQBAJ&redir_esc=y

            Evabbè.
            Mi scuso ancora per l’abuso di spazio :O

    • Beh ma vuoi mettere?

      Fa molto piu’ chic aiutare bambini in africa che a Scampia.

      E poi chiamarsi Aicha ora e’ cosi meravigliosamente terzomondista.

      Essere costati un paio di milioncini, che vuoi che sia. Le Siriane erano costate di piu..

      • Oih oih in che casino ti sei messo ! La comunità mondialista/terzomondista ti odierà. La convertita ha tracciato una via da seguire da tutte le donne occidentali. Convertitevi, convertitevi….sulla RAI santificazione in corso.

        • Qui, invece, pare che 2 troll abbiano preso possesso dei commenti…
          Ma vuoi mettere fa molto più figo trollare da qualche parte su internet che rimboccarsi le maniche e fare qualcosa anche solo per la comunità in cui si vive.

        • Pensa se diceva: “Mi faccio suora”. Che brava ragazza, che santa! La sottomissione e la pesantezza dei vestiti sono le stesse, ma vuoi mettere il bianco e nero come sfina? Così poi le pagavamo lo stipendio per tutta la vita, altro che riscatto!
          I due milioncini, poi, spero che non li tolgano al finanziamento del Giornale o del Foglio: quelli sono veramente ben spesi, per salvare vite – il rischio che Feltri o Ferrara pur di non andare a lavorare tentino il suicidio..

          Se poi qualcuno vuol seguire noi atei, e risparmiare qualche miliardo al Vaticano, ci faccia un fischio

          • Se per farsi suora l’avessero rapita nell’aspromonte e tenuta a pane, acqua, nxxxxia e Vangelo direi piu’ o meno la stessa cosa.
            Asini-stra o si spacca il capello in 156 (per giustificare l’impossibile) o si vede il mondo in monocolore (per fare di tutta l’erba un fascio), tertium non datur. Peccato.

            • Quindi non è stata rapita per i soldi, ma per obbligarla a convertirla? E’ stata costretta a convertirsi e tu lo sai già? potevi dircelo prima: se così fosse, sono d’accordo con te.

              Io credevo che fossero solo una banda di merdosi senza dignità, che rapiscono solo quelli indifesi perché si rischia di meno. Non pensavo fossero evangelisti che fanno corsi personali di indottrinamento di 18 mesi.

              “Dedication” vuol dire “dedizione”, no? Prova anche tu a impegnarti per non vedere il mondo con i soliti cliché di un Vittorio Feltri qualsiasi, ed immaginare cosa significa stare per un anno e mezzo nelle mani di persone che potrebbero ammazzarti da un momento all’altro, e darle la possibilità di respirare, capire: magari ti stupirà e fra un anno dirà che ha perso la fede, che era tutta suggestione del momento, oppure si radicalizza e diventa wahhabista; magari si fa suora veramente, magari diventa una diva del porno.
              Si chiama libertà, no? Non ho capito perché chi la professa non la vuole riconoscere agli altri, Silvia compresa.
              Dài, la prossima cretina che si caccia nei guai, la lasciamo lì e ci teniamo i soldi per comprare una ruota di F35 (i miei soldi, i tuoi soldi, il nostro F35)

              • Ti voglio bene. Ma tu non capisci una sxxa. Straw men arguments come se piovesse.
                Ma per risponderti (ultima volta su questo argomento), rapita per i soldi, soldi per finanziare la Jihad, Jihad metodo politico di sottomissione all’Islam.
                Il continuo riferimento a Feltri o Sallusti non lo capisco, nemmeno fossero volgari cojoni come Traxxglio.
                Baci eh.

                • No no no: avevo capito tutto. “Nessun riscatto, che ingrassa i terroristi e la sottomissione islamica”.
                  Come Feltri e Sallusti.
                  Pensa ad un Bataclan in Italia, con te fra gli ostaggi. Intervengo io: “Oh, non fate gli str(aw men), niente arguments: Dedication vuole morire”

                  Baci anche a te (gratis eh: mica che chiedo soldi per finanziare noi straw men)

        • Nota a margine.
          Quelli che fanno i noborderz, quelli che “le nazioni che sKifo” (rigorosamente con la Kappa), quando poi sono rapiti sono liberati da soldini di quelli Stati nazione che li disgustano.
          Che dire, chapeau.

          • messaggio promozionale: non fermarti ai vecchi clichè – ne esistono di nuovi!

            Si può essere “noborderz” senza dire che la Nazione fa schifo: la si vuole solo più aperta. D’altronde, come puoi essere di sinistrissima se non hai uno Stato che gestisce scuole e ospedali pubblici?

            Pensa che io vorrei che i confini fossero solo per la competenza amministrativa, eppure per la nostra Nazione ho fatto anche il servizio militare. Tu, che hai fatto, per la tua Nazione?

            A proposito, per scusarmi con Natangelo e chiedere indulgenza per gli sforamenti osceni: ho passato anche 6 mesi a San Giorgio a Cremano e sono stati probabilmente il periodo più assurdo, incredibile, spassoso anche nei momenti drammatici della mia vita. Già prima ero noborderz, dopo aver fatto la circumvesuviana la prima volta ero già mondialista: non hai idea di quanto capisco e quanta nostalgia accendi quando fai i siparietti partenopei (‘o café dopo ‘o terramoto!)

            Chiedo ancora scusa a tutti – ho scritto tanto solo perché delle “mancate risposte” potevano sembrare più snob o offensive dei papiri.

          • E lo sai che esistono anche politici antieuropeisti che si fanno pagare da Mamma Europa e politici anticasta che da qualche anno a questa parte si sono fatti castare per bene?!?!
            E pensa che c’è gente noborder che si impegna nelle proprie comunità e a cui il proprio lavoro viene riconosciuto con paghe misere… si chiamano Servizi Sociali mica possono pretendere pure di essere pagati il giusto.
            Un consiglio: fatti un giro in qualche centro diurno per giovani nei quartieri poco raccomandabili della tua città.

  2. Siamo tutti Silvia, Nat!!! Sfido chiunque a capire la realtà di ciò che ci è successo negli ultimi mesi e a come ci si è arrivati… Ma naturalmente c’è il virus, che incombe su tutto… Solo questo spiega le cose…

  3. Nat, hai il numero di Belpietro? Qualcuno lo avvisi che dal suo Manuale del Troll sono scivolati fuori degli appunti

    Perchè tre punti di domanda, poi, per delle affermazioni oggettivamente incontestabili?

    Io aggiungerei: ma se una ragazza si mette il rossetto, può lamentarsi se la molestano?

    E gli infermieri che si sono infettati? Con tutti i lavori che ci sono, proprio in un ospedale dovevi andare?

    E io? Ho un fungo sull’unghia del pollice: sicuramente preso quando ho dato un euvo ad un bavbone in metvopolitana.. eppuve, volevo sfamave il povevetto, ma me la fono cevcata!

    E quel signore che ha un tumore ai polmoni ed è ricoverato, siamo sicuri che non fuma? Se fuma, se lo paghi lui il ricovero!

    Io non capisco perché dobbiamo ancora perdere tempo a combattere le gravi carenze di saggezza…

    Nat, anche tu: a Silvia potevi farle chiedere chi è il nuovo amministratore dell’Eni, dopo DeScalzi.
    Ch poi, hai notato? Bertolaso va via dall’Africa, e viene liberata… che richiesta avevano fatto, gli Al-Shabaab?

    Riporto tutto nell’ordine con una battuta sulle scoregge: le puzzette mantengono l’AnoAnimato! Ahah! …capito?!?!? l’Ano-animato! ..prova a farle tenendolo immobile! Ehm.. ok.

    Vado: ho una chiamata persa di Belpietro.

    • Ehmm.. che cazzo c’entra? 😀
      Ho provato, con i miei occhi da ateo, a rileggere tutti i post qui sopra.. e non capisco nemmeno se sei sarcastico. Aspe’: volevi buttarla in tribuna, alla Sallusti? Che tiro, figliolo: è uscita dallo stadio e ha preso in pieno un gabbiano! Stasera insalata di pollo: grazie! 🙂

    • Hai ragione, c’è un riverbero di Mattioli nel tratto e nel coloring, chissà se intenzionale. Altro riverbero potrebbe essere uno dei discorsi da insanità mentale di Rick a Morty, per aggressività, ritmo compulsivo e linguaggio.

      Solo coincidenze, Nat?

Rispondi