Un grazie

In periodi come questo continuo a chiedermi quale contributo possa portare uno che fa un lavoro come il mio, il vignettista, rispetto a chi invece col suo lavoro aiuta concretamente. Poi, dopo aver pubblicato una vignetta sul personale sanitario, ho iniziato a ricevere tanti messaggi da medici e infermieri che mi ringraziano perché si sono divertiti.
E io dico grazie, ma a loro 🙂

Questa voce è stata pubblicata in news. Contrassegna il permalink.

4 thoughts on “Un grazie

  1. Siamo tutti (giustamente) concentrati su una emergenza sanitaria che mette a rischio le nostre vite e che riempie i nostri necrologi. Meno visibile, ma non meno importante, c’è sotterranea una emergenza di salute mentale. Tutti noi (e il personale sanitario più di chiunque altro) soffriamo ormai cronicamente di ansia, panico e disagi mentali indotti da una situazione mai vista negli ultimi secoli. Il tuo lavoro, apparentemente leggero, è un grande aiuto per alleviare questa seconda emergenza. Ci aiuta a ridere e sorridere (e quanto ne abbiamo bisogno!), ma anche a capire ed elaborare una situazione che ci sembra totalmente assurda. Grazie da parte di tutti noi, te ne siamo molto riconoscenti!

  2. Quando finirà finalmente l’emergenza per questo terribile coronavirus, la ricerca medica, tra i tanti temi pressanti, dovrà occuparsi anche (vedasi vignetta precedente) di chi ha a propria disposizione un piccolo aeroplanino monoposto mentre batte in lui il cuore di un grande, abilissimo, mai domo aviatore.

    p. E. ( Isoardi )

Rispondi