Ciao Mordillo

(Lo so, arrivo tardi ma sono stato fuori dal mondo)
E’ morto il grande Mordillo, fumettista argentino, e volevo salutarlo perchè gli devo tanto (a lui e a tanti disegnatori ispanoparlanti che ho sempre saccheggiato col mio lavoro).
Questa foto che ci ritrae insieme è stata scattata una sera di esattamente dieci anni fa: eravamo entrambi ospiti di una manifestazione in Spagna, ad Alcalà de Henares. 
Quella sera, dopo aver mangiato e bevuto abbastanza, Mordillo mi fece – a me, regazzetto imberbe di 22 anni che si affacciava sul mondo – tutto un discorso profondo sul disegno e sul disegnare per vivere. 
Ora posso dirlo:
Maestro, ero ubriaco e non c’ho capito un cazzo.
E infatti si vede.

4 thoughts on “Ciao Mordillo

  1. Addio Mordillo, vai nel paradiso dei vignettisti, ai quali lì spettano 77 vergini a testa ma disegnate da Giannelli.
    Rest in peace.

    Per Elisa ( Isoardi )

Rispondi