Huawei: sulla vita della seta mi sono seduto e ho pianto

Domenica ho ordinato su amazon uno smartphone huawei. Poche ore dopo è scoppiata la guerra di Trump al colosso cinese tramite Google. Ho iniziato a leggere ogni notizia, post, articolo, tweet che potesse spiegarmi cosa fare: tenere lo smartphone appena ordinato a un prezzo ottimo perché ‘tanto tutto si sistemerà’ oppure restituirlo perché ormai tagliato fuori dal sistema Android?

Insomma sono finito con tempismo perfetto nella guerra tra usa e cina, anzi tra google e huawei, infilandoci in mezzo anche amazon. Voi cosa fareste? Rispondetemi nei commenti, mi sarà utile.

Intanto, questo è il racconto pubblicato da Il Fatto Quotidiano

7 thoughts on “Huawei: sulla vita della seta mi sono seduto e ho pianto

  1. invece finalmente si incrina il monopolio google…
    e senza bisogno di muovere FTC
    Huawei funziona ottimamente senza google services gia’ in cina, quindi il danno mi pare molto limitato

    Mi piace

    • Il problema è che uno smartphone senza Play Store non sarà uno smartphone. Altro che incrinare il monopolio Google, si eliminerebbe dal mercato l’unico player (o quasi) che pratica prezzi onesti! Gli unici a guadagnarci sono i coreani coi loro smartphone sovraprezzati, Samsung in primis. Del resto, così come nel campo PC Linux non è mai riuscito a farsi strada realmente tra gli utenti comuni, allo stesso modo non c’è spazio per un terzo OS nel campo smartphone: se non ce la fece BlackBerry col suo BB OS 10, che era davvero all’avanguardia sotto alcuni aspetti (multitasking e HUB in primis), figurarsi ora che il mercato è ancora più saturo. Lo dico da utente Apple eh.

      Ad ogni modo Nat, le vignette son geniali come sempre, ma sta’ sicuro che tra massimo tre mesi USA e Cina troveranno un accordo in merito: non esiste che Google rinunci ai guadagni derivanti dall’avere un partner come Huawei, e Trump sta solo facendo lo sbruffone. Fossi in te, terrei il P20 che è un’ottima scelta.

      Mi piace

  2. La grafica della G vivente di Google e le risposte di Yahoo e Bing sono esilaranti. Da antologia dello sbeffeggio di ciò che noi squallidi esseri umani subiamo passivamente e acriticamente ogni giorno.

    Mi piace

  3. Non ti preoccupare Nat.
    Gli ameri-cani ci hanno già ripensato.
    Ai cinesi è bastata una parola: “neodimio”.
    Loro sono i proprietari di tutte le più importanti miniere di terre rare del mondo.
    Senza le quali non li fai nemmeno i cellulari.

    Mi piace

beh?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...