6 thoughts on “Quanta commozione!

  1. Sarebbe bello se ogni tanto si dedicasse qualche marcia, qualche giornata, qualche manifestazione, qualche fiaccolata, qualche accalorato discorso di insediamento, qualche interrogazione parlamentare, qualche commemorazione, qualche medaglia, o anche solo qualche pensiero ai 13 mila che in 10 anni hanno perso la vita sul lavoro.
    Una vera e propria mattanza di cui nessuno (in primo luogo la sinistra) pare voglia occuparsi.

    Ma dopotutto, il 92% di quelle vittime erano uomini. E degli uomini non frega un cazzo mai a nessuno.

    • Eh, c’hai ragione Tharon…

      Sarà che “ominicidio” suona proprio male: induce a pensare all’efferato delitto in cui la vittima è un nano…

      Buona Pasqua a te, a Nat e tutti i commentatori del suo post.

      P.S. A proposito del termine opposto, in gran voga di questi tempi, la penso esattamente come la Leosini, nota giornalista che non può certo essere accusata di parzialità…

Rispondi a botti luciano Annulla risposta