Amici che ti disegnano

Siccome Il richiamo della foresta prima o poi si fa sentire (e Zanna Bianca è pur sempre per 3/4 un lupo), dopo gli ultimi libri ‘educatini’ per Bao Alessio Spataro torna wild con un libro satirico che fa a pezzi l’universo gialloverde: “le avventure rossobrune di Ego Fuffaro” (Shockdom). Tra mostri, vermi, ratti e iene l’autore ha piazzato anche me (un breve cameo in quanto vignettista al Fatto, pardon, al Ratto Quotidiano): ho la graziosa forma di papero ‘vagamente napoletano’ dai capelli blu. E in mezzo a tanto orrore la sensazione è quella di aver attraversato l’inferno leccando un gelato. Certamente una dichiarazione di stima.
P.s. a dibla, la mia inseparabile spalla, è andata ancora meglio: compare solo una volta, gallinaccio muto al mio fianco. Che è un po’ la sua condizione, in effetti.

Miglior disegnatore

42059480_1881853561892744_8121781181051043840_n.jpgAnche quest’anno scopro con piacere che il mio nome figura nella categoria “miglior disegnatore” della Festa della Rete (correggo: Macchianera Award 2018 #mia2018): grazie a tutti quelli che mi hanno candidato!
È una cosa molto bella (sono serio) e funziona così:
1) ogni anno chiunque online puó proporre la candidatura dell’autore che preferisce
2) sulla base delle proposte, lo staff del premio prepara una selezione di autori che concorrono al titolo di ‘miglior disegnatore’
3) la rete vota tra gli autori in lista
4) vince Zerocalcare
Quindi: le istruzioni per votare Zerocalcare le sapete già o comunque potete cercarle su Google. Se non conoscete gli altri autori nella lista (“tutti bravissimi!”), eccovi un prontuario:
Boban Pesov: Immigrato macedone
Daniel Cuello: Delfino Beluga (e immigrato argentino)(credo)
Don Alemanno: Don Alemanno (immigrato sardo)
Fraffrog: Rana (credo, non conosco)
Bevilacqua: Panda
Gipi: Siete andati al cinema a vedere il film?
Makkox: Canemucco
Natangelo: Sono io
Sio: Canemagico
Zerocalcare: Armadillo (siete andati al cinema a vedere il film?)

Insomma, devo trovarmi un animale. Che proponete?